NETTUNO VE LA RICORDATE LA STORIA DEI LOCULI IN OSTAGGIO?

Ve la ricordate la storia dei loculi del Comune deposotati su un terreno di proprieta’ di Sergio Tomei? Ricordate che per poterli recuperare si doveva passare dalla ex azienda di Tomei sulla cui proprieta’ deve pronunciarsi la Cassazione e che i Fiori non consentivano il semplice passaggio. Che Saieva avvio’ un procedimento in tribunale sostenendo che i Fiori chiedevano una contropartita in cambio del passaggio? Poi arrivo’ Strati e si inventarono che volevano una liberatoria anche dagli ex amministratori che in altre epoche erano su quella proprieta’?
Bene, Tomei riesce a procurare quelle liberatorie per permettere al Comune di recuperare i loculi. Qualcuno pero’ in Municipio, forse uno dei loro legali che lavora in Comume, li informa prima dell’incontro di oggi con il Commissario che avrebbe dovuto comunicare loro che le liberatorie erano arrivate.Sergio Tomei viene invitato ad aggiungere una postilla, non veritiera ma che sarebbe utile per il processo in corso in Cassazione. Insomma Tomei non potrebbe sottoscrivere una falsita’. Morale della favola i loculi restaranno ancora in ostaggio. Come facevano a sapere tutto prima dell’incontro con Strati? Forse il Commissario dovrebbe indossare la fascia e tutelare gli interessi della comunita’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.