ANZIO E NETTUNO L’IMMONDIZIA E’ UN PROBLEMA

Tenere gli occhi ben aperti è necessario. Per carità so tutti bravi, ma 140 milioni di euro di immondizia tra Anzio e Nettuno, ragazzi, so tanti soldi, ma tanti tanti.
E sia,Camassa ha fatto un gran casino ad Anzio. Ha subito interdettiva, poi rientrate in quella bolgia istituzionale delle INTERDITTIVE” per caso, poi è finita in Tribunale per una situzazione pre-fallimentare, poi ha creato disservizi, ma cazzo la storia recente però non va dimenticata. L’ex dirigente abusivo ed il suo collega funzonario Droghini, hanno fatto il buono ed il cattivo tempo con le determine, le gare. SI scrisse una determina in cui si autorizzava Camassa a lavorare in “economia” ovvero perfino a personale ridotto ed a Palazzo nascevano le fazioni. Bruschini cacciava la Tekneko che voleva aprire un tavolo e De Angelis caccia Camassa che intende dialogare.
Ed i due sono soci in maggioranza. Intanto i dirigenti aprono azioni civili contro il disservizio e l’assessore fa cose che dovrebbero riguardare i dirigenti, s’allarga un pò. E questo è un problema. Eppoi arriva Dessì e scrive un romanzo e dentro c’infila una storia legata alla munnezza di Nettuno ed il quel capitolo nettunese ci stavano ex assessori di Anzio che filano con la giunta De Angelis. C’è una certa allegoria con quelle foto definite “panoramiche” non cui con uno scatto,magari senza messa a fuoco, si riesce a far emergere tutto lo scenario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.