ANZIO RACCOLTA RIFIUTI ALLA CORTE DEI CONTI

Nell’estate 2017 i Comitati di Lavinio, dei Cittadini Sacida, Associazioni come Legambiente di Anzio-Nettuno, prima che aderissero al Coordinamento Uniti Per l’Ambiente, hanno dato vita ad incontri con i cittadini ed a raccolte firme intorno ad una petizione rivolta al Sindaco di Anzio, affinchè ponesse  mano per risolvere una situazione tragica del territorio. L’area amministrativa dell’ambiente è stata sotto il mirino della Magistratura penale. Ma ogni eventuale provvedimento che il giudice prenderà sarà relativo ai colpevoli che saranno chiamati a pagare, ma chi ripagherà i cittadini dell’enorme disagio che patiscono da anni? Durante l’inverno tecnici di Uniti Per l’Ambiente hanno raccolto documenti, atti e testimonianze di vario genere, redigendo un corposo elaborati, con cui si racconta la gestione dei rifiuti nel Comune di Anzio con tutte le sue anomalie, le sue inadempienze e gli errori strutturali del capitolato di gara e quindi del contratto di gestione. L’elaborato è stato inviato alla Procura della Corte dei Conti Sezione Giurisdizionale del Lazio. La documentazione necessaria è stata richiesta all’Amministrazione Comunale con regolare istanza di accesso agli atti amministrativi protocollata in data 25 agosto 2017.  Nonostante i solleciti il Comune di Anzio non ha permesso ai richiedenti di venire in possesso o di visionare i documenti richiesti. Ad oggi il neo sindaco eletto Candido De Angelis risponde pubblicamente nel primo consiglio comunale di apertura mandato di aderire al tavolo di confronto con un Uniti per L’ambiente. Inoltre De Angelis dichiara che il 40 per cento dei cittadini non paga la TARI. In uno degli ultimi consigli comunali é stata approvata la riscossione coattiva, se ne evince che tramite Equitalia i cittadini saranno costretti a pagare. Chi costringerà invece la passata amministrazione a risarcire la cittadinanza per il danno causato dalla cattiva gestione dell’ufficio ambiente?

L.D.B

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.