NETTUNO CREDITO COOPERATIVO LA SECONDA SVOLTA

E’ tutta da capire questa vicenda della ex bancarella oggi Credito Cooperativo. E’ da capire il ruolo di Cicco che non è poi così subalterno  come potrebbe apparire, ma appare una sorta di  uomo della provvidenza ” da utilizzare per strategie particolari.

Entra Papa ed esce Cardinale. Nel suo caso ci sta , ma lo fa quasi fosse una missione.

Esce da Presidente ed entra da consigliere.

Ed è da capire anche quel che sarà in termini di epurazioni, perché se il direttore restasse al suo posto anche dopo il secondo Eufemi, allora tutto sarebbe più intricante, vuol dire che le logiche sono altre ed altri sono gli interessi.

Proveremo ad approfondire sabato prossimo, ma se Eufemi fu costretto alle dimissioni da quel CDA, se alla Verdiana assistemmo alle accuse del complotto da parte di qualche consigliere che evidentemente aveva buoni appoggi ai vertici, se la spaccatura interna appariva insanabile, non c’è dubbio che colui o coloro che cedono e fanno la seconda svolta pericolosa, la devono fare perché non hanno alternative. La domanda sorge spontanea: saltera’ il direttore Masullo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.