NETTUNO UNO SCANDALO NAZIONALE QUESTA GIUNTA E QUESTA MAGGIORANZA 

La storia amministrativa del comune di Nettuno e’ ormai uno scandalo nazionale. Una maggioranza che non c’e’ piu’ da tempo,vanno avanti ad insulti e minacce, una giunta di ex finanzieri discussi e discutibili, criminolgi, guidati da un tenente colonnello della Polizia. Una classe dirigente annientata, con una specie di dottore commercialista che detiene l’area economica e quella tecnica di cui non ha nessuna competenza.A parte gli altri settori. Tutti gli altri dirigenti di ruolo, sono infedeli, militarmente fatti prigionieri. Non c’e’ nulla che funzioni secondo le regole istituzionali, la tenuta amministrativa e’ frutto di ricatti, intimidazioni, pressioni, lo spauracchio degli ex finanzieri che indagano, spiano, cercano prove.
E’ una guida amministrativa che puo’ vantare un dominio di stampo autoritario, che ha di fatto perfino annullato ogni ricorso a procedure concorsuali appaltando tutto o quasi in un regime di perenne emergenza.Un sindaco vice questore che vanta amicizie in prefettura per aver avuto rapporti di lavoro con gli attuali vertici, emblematico l’ultimo caso del consigliere Monti, uno di quelli ostinati che voleva sfiduciare il sindaco. Lui lo caccia da ogni incarico comunale, il giovincello, vice ispettore di polizia, scrive al prefetto per l’ingiusta e la violenta esclusione, la prefettura gli risponde di non aver competenza in materia e, folgorato sulla via di Damasco, il povero subalterno diviene lo straccetto da esibire al pubblico quale rivoluzionario domato. A latere ci sono atti di dubbia fattura, in parte finiti all’attenzione degli inquirenti, altri veri disastri come la vicenda scabrosa del cimitero, gli 800 mila euro di fatture non pagate ad un commissario prefettizio che da un anno e mezzo e’ commissario di niente, ma sta li ad incassare 10 mila euro al mese, altri cinque mila all’ avvocato di fiducia e tenere in piedi una struttura fantasma per evidenti responsabilita’ del Comune oltre che della prefettura. Un commissarrio che ha speso in un anno circa sei milioni di euro, ha fatto un buco di oltre un milione di euro, non ha pagato dipendenti, inps, inail, irpef…e’ uno scandalo questa giunta nettunese.
Ci troviamo di fronte ad un abuso istituzionale senza precedenti. E’ folle l’ultimissima operazione di guerra interna con un consigliere di maggioranza che di professione fa il legale, il quale su carta intestata del suo studio, scrive a tutti gli organismi istituzionale del Comune chiedendo una commissione trasparenza su una precedente richiesta delle opposizioni di istituire una commissione di inchiesta per sospetti condizionamenti di dieci consiglieri comunali che minacciano non a parole, ma nero su bianco, il sindaco di far cadere il governo se non avesse cacciato tre assessori. La richiesta di una commisdione d’inchiesta delle opposizioni viene appoggiata da altri quattro consiglieri di maggioranza schierati contro i dieci. E nessuno e’ in grado di fermare questo scempio e mandarli tutti di fronte ad un magistrato per interrompere questo esercizio abusivo di governo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.