NETTUNO LOCULI BLOCCATI DALLA LOBBY DI FAMIGLIA

aspettate a morire perche’ abbiamo un problemino

Si puo’ permettere che la lobby di famiglia prenda in ostaggio 50 loculi?
Saieva e’ costretto a scrivere ai giudici perche’ a rischio ci sono le tumulazioni, scrive che potrebbero sorgere problemi sanitari. 
Protagonista l’avvocato Corrado Fiore, legale di fiducia di famiglia insieme all’avvocatessa Kocki . Tutto ebbe inizio da quel famoso sfratto, famoso per platealita’, in una lite per usucapione tra i Tomei ed i Fiori. Si contendevano il terreno dove c’era il centro vendita di matetiali edili lungo la via Nettuno-Velletri. In un terreno attiguo, sempre della stessa proprieta’, furono depositati 50 nuovi loculi del Comune di Nettuno.
I Fiori vinsero la prima causa a Velletri e quella proprieta’ passo’ in uso a loro (Tomei vinse l’appello,oggi in attesa del giudizio di Cassazione)
Quando il Comune chiese di poter riprendere quei loculi ,l’avvocato Fiori rispose che c’era da trattare, nonostante l’autorizzazione dell’ufficiale giudiziario. La richiesta, a detta di qualche ben informato, si dice, riguardava il pagamento di 200 mila euro datato 25 anni fa, relativo agli oneri concessori della famosa lottizzazione Fiore, la piu’ grossa porcata di abusivismo edilizio ,impunito, di Nettuno, gia’ messi in mora dalla commissaria Moscarella. Sara’ per i legami parentali ,allargati, dei parenti acquisiti del sindaco, sara’ che la kochi, fidanzata dell’avv. Fiori, lavori in Comune a 2.500 euro al mese, proprio al settore cimiteriale, insomma sarebbe stato possibile chiedere l’intervento dei Carabineri per riprendere i loculi e denunciarli atti d’obbligo quindi omissivi,(art. 340 codice penale, interruzione di pubblico servizio con l’aggravente dell’allarme sanitario e non solo) invece Saieva e’ costretto a scrivere al giudice dell’esecuzione mettendo in evidenza “la mancata collaborazione dei Fiore ” che pretendono qualcosa in cambio. L’ingegnere fa presente al giudice dell’urgenza sanitaria. Gia’ perche’ non poter seppellire i morti per le prepotenze delle lobby e consentirlo, non credo sia lecito. Ma la politica e’ troppo impegnata con i ricatti e le intimidazioni…i morti si mettesero in lista d’attesa.
Capito come stiamo messi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.