LE PIPPE MENTALI

Ho notato con grande stupore, tornando a visitare la rete, che ci sono scambi di opinione in alcuni forum, in cui si cerca di capire cosa farò da grande. Premetto che rispetto tutte le opinioni, siano positive o negative. Ed è anche giusto soddisfare il livore degli strateghi di concetto,  che si fanno pippe mentali e rischiano di intasare i tubi che sercernano  scienza  infusa dal cervello.
Personalmente non ho abbandonato l’idea de Il Levante in Puglia che sarebbe facile realizzare se non ci fossero quelle ragioni da noi denunciate che impediscono la realizzazione di progetti editoriali fuori dalla logica mafiosa dell’editoria locale. Diciamo che si deve partire con uno svantaggio di almeno un anno per difendersi dagli attacchi della casta. Per far questo è necessario mettere insieme persone malate di informazione e non di giornalismo,fuori da ogni contesto imprenditoriale.  Stiamo organizzando un pool di signori motivati da questo interesse, al momento se ne contano sei, decisi a continuare questa esperienza pugliese.  E’ in funzione una rotativa di 32 pagine che resterà a Roma per un investimento iniziale un milione di euro . Uffici redazionali a Bari. Il progetto in corso prevede di poter contare su un Concessionario di pubblicità che ci assicuri un minimo garantito.  Ci stiamo provando. Eviteremo per prudenza e per scelta di comunicare  le date, per non permettere che le organizzazioni  del “fronte di liberazione di Ignazio” facciamo bella mostra dei loro istinti primordiali.  Vuol dire che stiamo mettendo in campo un sistema capace di resistere agli attacchi che mi  hanno impedito di poter affrontare da solo tali difficoltà. Il target del giornale sarà sempre lo stesso con il chiaro intendo di occupare quel mercato di alternativa che c’è ed è pronto a cambiare giornale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.